In questa sezione sono presenti contenuti dell'area riservata.
Si ricorda ai docenti ed al personale ATA di effettuare il login al sito 
per l'accesso completo alle risorse del portale!

Alternanza scuola lavoro

banner alternanza scuola lavoro

Funzioni strumentali ASL 
Roberta Bianchi e Giovanna Giorgi

Introduzione al progetto

I “percorsi di alternanza scuola‐lavoro” vengono più propriamente ridenominati “percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento” e, a partire dall’anno scolastico 2018/2019, sono rideterminati nella durata: non inferiore a 90 ore nel secondo biennio e nel quinto anno dei licei.

L'attività di alternanza è un percorso articolato da realizzare in contesti diversi con una forte integrazione ed equivalenza formativa tra esperienza scolastica ed esperienza lavorativa (didattica per competenze). 


Gli studenti partecipano a percorsi formativi

a scuola:
  •  presentazione del progetto alternanza
  •  corso sulla sicurezza
  •  diritti e doveri del mondo del lavoro
  •  preparazione al colloquio di lavoro
  •  incontri con esperti di diversi settori
  • Impresa simulata

con la scuola:
  •  visite guidate ad aziende, musei, uffici
  •  partecipazione a conferenze sul mondo del lavoro

fuori da scuola:
  •  stage in azienda/ente ospitante

Le funzioni strumentali 
  • si occupano della predisposizione di un progetto generale per il Liceo, riferito alle competenze trasversali di cittadinanza e di  articolarlo secondo i tre differenti indirizzi;
  • si occupa della stesura di un regolamento per l'alternanza, del reperimento dei modelli per la Convenzione da stipulareno tra scuola ed ente ospitante, dell'assicurazione per lo studente e del percorso formativo e di orientamento presso la sede scolastica;
  • organizzano le visite all'esterno della scuola su indicazione anche dei singoli Consigli di Classe;
  • coordinano ed è riferimento per  il lavoro dei Consigli di Classe e dei tutor interni.

I Consigli di classe decidono le modalità di realizzazione delle diverse attività, a seconda delle caratteristiche della classe, individuano le competenze da sviluppare in alternanza e, tenuto conto delle indicazioni dei Dipartimenti (che organizzano le competenze di curricolo), concordano con i referenti interni ed esterni le azioni da intraprendere e le modalità di valutazione delle competenze da certificare.

Il tutor interno
  • è scelto nel Consiglio di Classe ed è una figura di raccordo tra scuola, studente, famiglia e azienda; sostiene lo studente per tutto il processo di apprendimento
  • personalizza insieme al tutor esterno il progetto formativo che verrà sottoscritto da scuola, studente e azienda
  • aggiorna il Consiglio di Classe sul procedere dell'attività
  • verifica lo svolgimento dei percorsi definiti (con il tutor esterno)
  • acquisisce elementi per la valutazione


Il tutor esterno

  • è il referente della struttura ospitante
  • agisce in stretta collaborazione con il tutor interno
  • è la persona di riferimento per lo studente in fase di stage
  • fornisce gli elementi concordati per la valutazione